Sommersi

Guardando le immagini del fotografo Alban Grosdidier, giustamente intitolate Drowning (annegamento), ci si ritrova a trattenere il respiro. La collezione di ritratti da un senso di claustrofobia indotta dalla pressante presenza dell’acqua. C’è una reazione involontaria a queste immagini che costringe lo spettatore a immedesimarsi con i modelli sommersi. Mentre alcuni appaiono in uno stato di tranquillità, dopo aver accettato la loro posizione compressa, altri sembrano spingersi in avanti, in cerca di ossigeno.

Altri interessanti esempi di ritratti del genere li troviamo nei post:La bellezza sommersa, Sott’acqua e ne L’acqua viva.

Visita il sito di Alban Grosdidier.

2 thoughts on “Sommersi

  1. ci ho messo un bel po’ a decifrare la ricetta, ma credo esserci arrivato: modelli fotografati a mollo, foto stampate su carta e rifotografate a mollo con schizzi ed ondine. geniale, semplice e maledetto

    mi dai sempre di che pensare, sandro. sei uno dei pochi. ti ringrazio veramente.😉

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s